XL
LG
MD
SM
XS

Cenni storici:

L’Istituto Cavanis Canova di Possagno nasce da un’intuizione di mons. Giovanni Battista Sartori, fratello dello scultore Antonio Canova, che volle aprire una scuola gratuita per i ragazzi di Possagno (il Collegio Canova), chiamando i padri Cavanis di Venezia a dirigerla.

Dopo il Tempio e la Gipsoteca, il Collegio Canova era l’ulteriore (e generosa) struttura che veniva donata alla comunità di Possagno dalla famiglia di Antonio Canova.

Per consentire ai padri Cavanis di vivere decorosamente a Possagno e per attivare i corsi scolastici, mons. Sartori assegnò un grande edificio a pochi metri dal Tempio (dove vennero ricavate aule, camere e spazi per la ricreazione) e diede una dotazione di 60mila lire austriache.

Così venne avviata la nostra scuola che ebbe fin dall’inizio i nomi di Canova e di Cavanis uniti assieme: il 1° novembre 1857 (centesimo anniversario della nascita di Canova), durante una solenne cerimonia nel Tempio di Possagno, mons. Sartori presentò alla comunità di Possagno il padre Giuseppe Da Col come primo Rettore del Collegio Canova. Cominciava da quel giorno a Possagno il primo anno scolastico dei Cavanis che chiamarono fin da subito anche degli docenti laici ad unirsi nell’insegnamento.

E da allora, tranne che per pochi drammatici periodi (per esempio durante le guerre mondiali) l’istituto Cavanis Canova di Possagno ha proseguito la sua attività educativa fino ad oggi e chissà per quanto tempo ancora…

I padri Rettori della nostra scuola rappresentano la continuità del progetto educativo iniziale, fondato su poche idee molto semplici: fornire gli insegnamenti fondamentali ai ragazzi del territorio tra Piave e Brenta, formare nei giovani una retta coscienza di cristiani e di cittadini, sorvegliare amorevolmente gli studenti nel loro processo di crescita, trasmettere la passione del sapere e la curiosità della scoperta, coniugare con sapiente equilibrio tradizione e innovazione, dar maggiore importanza ai valori e alle competenze che alle conoscenze e ai contenuti…

I Padri Cavanis che furono Rettori dell’Istituto Cavanis Canova di Possagno

Da Col Giuseppe, Rossi Vincenzo, Tormene Augusto, Zamattio Agostino, Piasentini Giovanni Battista, Eibenstein Antonio, Bolzonello Pellegrino, Sighel Gioachino, Rizzardo Francesco, Panizzolo Giuseppe, Sighel Gioachino, Di Cesare Antonio, Moretti Angelo, Simioni Giuseppe, Collotto Attilio, Dogliani Diego, Sossai Natale, Dogliani Diego, Collotto Attilio, Francescon Giuseppe.

Gli insegnanti laici del Cavanis Canova di Possagno

Contenuto in fase di aggiornamento …

EX allievi illustri

Circa 15mila allievi hanno frequentato i diversi corsi dell’Istituto Cavanis Canova di Possagno, dal lontano 1857; ne ricordiamo alcuni che si sono affermati nella professione e nella vita:

Sindaci

Favero Valerio, Possagno
Rugolo Gino, Cavaso del Tomba
Sartor Claudio, Cornuda
Scriminich Giuseppe, Cavaso del Tomba
Cunial Giancarlo, Possagno
De Paoli Gianni, Possagno
Vardanega Narciso, Possagno
Boito Elio, Castelcucco

Politici e Amministratori

Igrid Bisa, deputato
Marco Prosdocimo, assessore Provincia di Treviso

Personaggi della musica, dello spettacolo, dell’arte e del cinema

Riccardo De Cal, regista
Carlo Alberto Bagliolid, visual effects
Francesca Michielin, cantante
Matteo Bonotto, tenore
Giuseppe Sinopoli, direttore d’orchestra
Riccardo Cunial, pittore

Ricercatori, docenti universitari, manager

Mattia Maroso
Polo Federico
Venable Kristen Brent
Romeo Schievenin
Bavaresco Luigi
Di Stefano Antonio

Imprenditori

Mario Polegato
Alessandro Vardanega

Giornalisti e scrittori

Giancarlo Zizola
Mario Consani
Nicola Grigion
Alberto Pandolfo
Italo Filippin
Andrea Dei Castaldi

Medici

Emilio Danielli

Sacerdoti e Vescovi

Erminio Filippin, fondatore degli Istituti Filippin di Paderno del Grappa
Ettore Cunial, vescovo, vicecamerlengo
Antonio Cunial, vescovo Vittorio Veneto
Mario Vianello, arcivescovo Perugia
Silvio Padoin, vescovo Pozzuoli

La Cena del Cavanis: festa tra amici
Il Cavanis di Possagno (il Consiglio di Istituto, il Comitato ...
Info »